Ad oggi l’epilazione laser più efficace resta ancora il Laser ad Alessandrite, è la soluzione più avanzata tra quelle attualmente disponibili in tutto il mondo. 

Il Pulsinelli Medical Center si avvale di Laser di ultima generazione, “Elite IQ “, l’evoluzione tecnologica del sistema Elite+. Il primo sistema a doppia lunghezza d’onda 755 nm brevettato da Cynosure che si fonda sulla grande esperienza tecnologica e clinica e sul bagaglio di letteratura scientifica del suo predecessore.

Si basa su avanzatissimi algoritmi di intelligenza artificiale, con funzioni autoselettive ed un sofisticato sistema di autocalibrazione raggiungendo elevatissimi livelli di sicurezza ed efficacia.

 

Ciò che rende unico al mondo questo Laser è il metodo

LETTURA SKINTEL

il primo e unico lettore di melanina sul mercato, brevetto esclusivo CynoSure.

Lo Skintel effettua una misurazione oggettiva della melanina nella zona di trattamento suggerendo i parametri ottimali da utilizzare durante la seduta, garantendo una maggiore sicurezza ed un’epilazione ancora più risolutiva.

Come dimostrato da innumerevoli studi scientifici, rimane il Sistema con le prestazioni più alte in grado di garantire il risultato A VITA su zone come gambe, ascelle ed inguine. Ha come bersaglio la melanina contenuta nei peli, infatti il raggio laser catalizza l’energia esattamente sui bulbi fino ad arrivare alla distruzione selettiva dei peli superflui e del follicolo. Per questo si ottiene un risultato permanente e si può parlare di epilazione definitiva.

Approvato dalla Food and Drug Administration (FDA)  per l’eliminazione permanente dei peli superflui, per il trattamento dell’ipertricosi e dell’irsutismo, questa terapia è inoltre riconosciuta dal Sistema Sanitario Nazionale per il trattamento e cura della follicolite pilifera e delle cisti pilonidali.

A differenza degli altri laser agisce efficacemente anche sui peli più sottili e meno visibili, inclusi gli antiestetici peli incarniti.

Durante la terapia, oltre ai peli superflui elimina nell’immediato l’antiestetico effetto “ricrescita” (o peli randagi), pertanto tra una seduta e l’altra rispetto al trattamento con altri laser, la pelle è sempre liscia e priva di peli.

 

E’ importante sottolineare che rispetto a tutte le altre procedure di fotoepilazione , è l’unico che non richiede ne prima ne dopo il trattamento l’utilizzo del rasoio.

Inoltre il vantaggio di non dover usare gel conduttori o manipoli a contatto della cute lo rende decisamente il Laser più igienico, più versatile e più sicuro soprattutto nel trattamento delle zone corporee intime. L’unica parte del manipolo che viene a contatto con la cute della paziente è un distanziatore, che viene sostituito ed igienizzato tra un trattamento e l’altro.

L’Alessandrite è una delle poche tecnologie ancora appannaggio della sola classe medica. Molto più potente del laser a Diodo che è utilizzato indifferentemente da medici ed estetiste. Il laser Alessandrite no.

 

Il Laser ad Alessandrite emette un fascio di luce coerente, di lunghezza d’ onda pari a 755nm, utilizzando come recettore la melanina del bulbo pilifero, che trasporta alla radice del pelo il calore, provocando l’ ischemia acuta completa del bulbo (EFFETTO FOTOTERMICO).

E’ IMPORTANTE CONOSCERE L’ANATOMIA E LA FISIOLOGIA DEL PELO

Per ottenere risultati ottimali e per eseguire correttamente e in sicurezza una epilazione medica tecnologica, è necessaria, da parte degli operatori, una conoscenza approfondita della pelle e dei sui annessi, così che possa essere scelta la tecnologia più indicata e la personalizzazione delle impostazioni dei parametri più idonei al tipo di pelo, fototipo, area, ecc. Il follicolo pilifero è, infatti, una struttura anatomica complessa, le cui caratteristiche variano in base alla razza, all’età, al sesso, alla sede anatomica e alla fase evolutiva del suo ciclo vitale.

DA COSA PUO’ ESSERE DETERMINATO UN ECCESSO DI PELI?

Due sono le condizioni che caratterizzano la presenza eccessiva di peli: 

l’irsutismo e l’ipertricosi.

Con il termine irsutismo si definisce, nella donna, una condizione caratterizzata da un eccessivo accrescimento di peli in zone normalmente glabre. Le aree prevalentemente colpite sono il volto, l’addome, la schiena, il seno. Questa condizione è il risultato di un’eccessiva stimolazione da parte degli ormoni maschili (androgeni) nel follicolo pilifero, oppure, può essere determinato da bassi livelli di estrogeni. Può avere un’origine idiopatica o acquisita; nel primo caso il problema compare in età giovanile e si mantiene tale per tutta la vita, mentre nel secondo, ha un esordio brusco, preoccupante e necessariamente di valutazione medica. Sono numerose, infatti, le condizioni determinanti un’abnorme crescita di peli: malattie ovariche (ovaio policistico, tumori), patologie surrenali (Sindrome di Cushing, tumori) o l’utilizzo di determinati farmaci (steroidi anabolizzanti, cortisonici per lunghi periodi).

In questi casi, l’equipe medica del Pulsinelli Medical Center, composta da specialisti in dermatologia, endocrinologia e ginecologia, agisce, in un clima di stretta collaborazione e supporto per il paziente, alla diagnosi e cura della patologia di cui l’irsutismo potrebbe esserne il sintomo.

L’ipertricosi, che è la condizione più frequente, consiste in un aumento diffuso della pelosità in zone già normalmente ricoperte di peli: braccia, gambe, inguine, ascelle. Essa non è androgeno dipendente; per lo più è legata alla razza ed alla familiarità. Talora è presente in alcuni momenti della vita come pubertà, menopausa e gravidanza.

RISULTATI ED ASPETTATIVE REALISTICHE

Sin dalla prima seduta si ottiene una pelle perfettamente liscia.

I peli saranno subito più deboli e basteranno poche sedute per rimuoverli completamente: prevede dalle 6 alle 8 sedute.

In genere, nei soggetti di fototipo chiaro (I-III; cute, capelli ed occhi chiari) sono necessarie 6 sedute, in quelli di fototipo scuro (IV-VI; cute, capelli e occhi scuri) 8 sedute o più. La condizione ideale è la presenza di peli scuri su cute molto chiara. I soggetti con pelle scura verranno trattati con parametri conservativi (impulsi lunghi e fluenze moderate).

Nei soggetti che presentano disturbi di irsutismo o ipertricosi come terapia d’urto potrebbero essere necessarie più di 10 sedute con un richiamo ogni 6/12 mesi per trattare i follicoli dormienti che successivamente sono entrati in attività

Un’eccessiva crescita di peli non dipendente da androgeni, come l’ipertricosi, viene trattata principalmente con il Laser.

COME FUNZIONA IL LASER ALESSANDRITE?

Il target di questo laser è la melanina, cromoforo biologico di colore scuro che pigmenta la pelle, i peli ed i capelli. Maggiore è il contenuto di melanina di ciascun pelo, maggiore sarà l’efficacia.

La luce laser riscalda istantaneamente la melanina. Questo fa letteralmente “esplodere” il bulbo pilifero nella sua sede (il follicolo) danneggiando le cellule germinative del pelo. Seduta dopo seduta il follicolo perde progressivamente cellule germinative, giungendo prima o poi all’impossibilità di generare il pelo. Inoltre, il nostro innovativo sistema include una soluzione funzionale per raffreddare la cute, che garantisce il massimo confort e rende i trattamenti indolori.

L’ALESSANDRITE PER LA CURA DELLA FOLLICOLITE PILIFERA

La follicolite è un’ infezione batterica superficiale o profonda accompagnata da un’ infiammazione dei follicoli piliferi. Questo disturbo, estremamente diffuso, insorge in seguito ai più comuni trattamenti di #depilazione (con ceretta, crema depilatoria, rasoio, ecc.), e si manifesta con pustole, noduli e peli incarniti accompagnati da prurito e/o dolore.

Tali lesioni possono aggravarsi ed esitare in cicatrici e macchie.
In genere, per far fronte a quest’inestetismo è necessario astenersi da ogni trattamento depilatorio e ricorrere all’applicazione di antibiotici topici. Spesso però queste accortezze non sono sufficienti ed il problema continua a manifestarsi.
L’epilazione con Laser Alessandrite, rappresenta, in questi casi, una soluzione decisamente risolutiva, per questo ha ottenuto la certificazione dall’ FDA ( Ente Governativo Sanitario Statunitense) e il riconoscimento del Sistema Sanitario Nazionale . A differenza degli altri laser agisce efficacemente anche sui peli più sottili e meno visibili, inclusi gli antiestetici peli incarniti.

Infatti questo sistema sfrutta il principio della selettività termocinetica (fototermolisi selettiva) secondo cui, utilizzando peculiari lunghezze d’onda, si può ottenere un determinato effetto biologico con nessun danno sui tessuti circostanti. In questo modo la cute non è più coinvolta e viene stressata il meno possibile. L’Alessandrite aiuta la pelle a ripristinare il proprio stato di salute, seduta dopo seduta, sino a debellare definitivamente il problema dei peli e della follicolite.

IL LASER PER PREVENIRE LE CISTI PILONIDALI

La cisti pilonidale, denominata anche cisti sacro coccigea, insorge nella regione anatomica in prossimità dell’osso sacro e del coccige, è una formazione cistica che spesso contiene peli, da qui il nome di Cisti Pilonidalis.
Le cause che ne determinano l’insorgenza, secondo alcuni recenti studi derivano dallo sfregamento continuo dei margini della cute del solco intergluteo e la presenza importante di peli (irsutismo) associata ad un’abbondante sudorazione.
Frequentemente questa patologia interessa i soggetti maschi anche in giovane età ma può interessare anche le donne, soprattutto se dotate di peluria abbondante.
I peli infatti possono penetrare nel sottocute attraverso i pori delle ghiandole sudoripare e sebacee e in questa sede formare quelle raccolte o “nidi” da cui deriva la formazione da corpo estraneo e le successive raccolte ascessuali e le fistole.

PREVENZIONE
Per prevenire questa malattia prevalentemente dermatologica, bisogna tenere la parte accuratamente pulita, asciutta e priva di peli.
L’epilazione con Laser Alessandrite, è una terapia sicura e risolutiva, , si è infatti dimostrata scientificamente efficace nel ridurre l’incidenza di recidive postoperatorie per questo motivo viene prescritta dal chirurgo a seguito dell’intervento.

Inoltre, un altro vantaggio dell’Alessandrite è quello di non dover usare nel trattamento gel conduttori o manipoli a contatto della cute, questo lo rende decisamente il Laser più igienico, più versatile e più sicuro soprattutto nel trattamento delle zone corporee intime. L’unica parte del manipolo che viene a contatto con la cute della paziente è un distanziatore, che viene sostituito ed igienizzato tra un trattamento e l’altro.

LA TERAPIA CON ALESSANDRITE RIENTRA TRA LE SPESE SANITARIE DETRAIBILI

N.B. Nel Pulsinelli Medical Center ai pazienti che soffrono di follicolite, cisti pilonidali, o eccessiva peluria causata da irsutismo e ipertricosi essendo la terapia di epilazione Laser con Alessandrite riconosciuta dal Sistema Sanitario Nazionale per il trattamento e la cura delle suddette patologie può essere prescritta come coadiuvante per la risoluzione del disturbo. Si capisce dunque che, nel momento in cui il trattamento estetico diventa a tutti gli effetti medicale, diventa possibile la detrazione fiscale come prestazione sanitaria.

PRECISAZIONI IMPORTANTI

  • Il Laser ad Alessandrite è un dispositivo medicale utilizzato solo negli ambulatori medici, da operatori sanitari sotto la supervisione di medici.

  • Non è un Laser utilizzabile da estetiste e non è presente in centri estetici.

  • I risultati e i costi non sono paragonabili con quelli di altri tipi di strumentazioni non medicali, in quanto le potenze sono nettamente maggiori e il raggiungimento dei risultati si ottiene con meno sedute.

  • Il Laser Alessandrite è in grado di distruggere anche i peli più ostinati, quelli che sono resistenti ad altri sistemi di epilazione.