Prendi un appuntamento

     Info line: 0773 611219 | WhatsApp  3317535125

MINILIFTING VISO

La moderna chirurgia estetica del volto consente di eseguire procedure chirurgiche poco invasive e confortevoli per i pazienti che desiderano distendere la cute del viso, restituendole freschezza. Questi interventi, che possono essere eseguiti in aree ben localizzate del viso, prendono il nome di minilifting.
Il decorso post-operatorio presenta minori disagi e le cicatrici residue risultano minime o invisibili.

E’ un trattamento di chirurgia estetica meno invasivo e meno traumatico del lifting vero e proprio; nel Pulsinelli Medical Center è una procedura sempre più richiesta perché è l’alternativa al lifting viso completo. Tanto è vero che è conosciuto come il “lifting del weekend” per i suoi risultati immediati ed i brevi tempi di recupero.

TECNICA CHIRURGICA

Esistono diversi minilifting, che prendono il nome delle aree del viso che consentono di migliorare.
Il Minilifting Temporale consente di correggere la caduta del sopracciglio o distendere le cosiddette rughe a “zampa di gallina” degli occhi. In questo caso la cicatrice di accesso sarà nascosta all’interno del cuoio capelluto, nella zona delle tempie.
Il lifting del terzo medio del volto consente di distendere i muscoli e la cute degli zigomi e delle guance, che appariranno naturalmente più pieni.
Nel caso in cui sia presente un cedimento della cute a livello dell’arco mandibolare e del collo può essere eseguito il minilifting del terzo inferiore del viso e del collo. La tensione che si viene a creare a livello di queste due aree grazie all’intervento, consente di rendere più definito il profilo dell’arco mandibolare e del collo, fino, talvolta, ad eliminare il doppio mento.

Il mini lifting vede la sua massima indicazione in quei pazienti con un grado di invecchiamento lieve o moderato; si esegue solitamente in anestesia locale con paziente cosciente o accompagnata da una blanda sedazione, con dimissione pressoché immediata. Viene praticata una breve incisione davanti l’orecchio lungo l’attaccatura dei capelli, che in alcuni casi si può far proseguire per un breve tratto dietro l’orecchio se si rende necessaria una trazione della cute del collo. Lo scollamento del piano cutaneo è limitato ad un’area circoscritta, sufficiente a riposizionare tramite particolari suture le strutture muscolari.

In tempi che variano da 1 a 1,5 ore è possibile far tornare indietro nel tempo il viso del paziente mantenendo un risultato stabile e soddisfacente per diversi anni.

L’intervento si esegue in anestesia locale con o senza sedazione, perciò, per la sua esecuzione, è sufficiente il ricovero in regime di day hospital.

I tempi di recupero dall’intervento sono di circa una settimana, anche se alcune persone riescono a riprendere l’attività lavorativa già dopo un paio di giorni.

Nei primi periodi successivi all’intervento, è normale notare un certo gonfiore e una certa rigidità del volto che si risolveranno spontaneamente nel giro di qualche settimana.

 

Le cicatrici sono poco visibili, poiché le incisioni vengono effettuate in corrispondenza di pieghe cutanee o di aree che si possono nascondere facilmente;

Il Mini lifting può facilmente essere combinato con altre procedure, come il lifting della fronte e la blefaroplastica.

RISULTATI

 

  • Sicuro perché con minimi effetti collaterali.

  • Veloce perché i tempi di esecuzione si abbassano notevolmente praticando solo scollamenti ridotti.

  • Naturale perché si rispetta la conformazione del viso riposizionando le strutture muscolari superficiali ed evitando quindi l’eccessivo stiramento cutaneo.

  • Efficace perché in grado di ridonare un aspetto giovane e fresco che dura nel tempo.

  • Il volto appare notevolmente ringiovanito, l’ovale del viso è ridefinito, i solchi naso-genieni attenuati e le rughe distese.

Per informazioni, dubbi o per prenotare una prima visita

chiamaci a questi numeri di telefono

0773/611219 – 331/7535125

LIPOSUZIONE LIPOFILLING

Nell’ampio panorama della chirurgia estetica la lipoaspirazione merita sicuramente un posto di rilievo.

Ampiamente pubblicizzata con molteplici sinonimi ( liposuzioneliposcultura, laser lipolisi, lipocontouring, lipoaspirazione tumescente, lipoaspirazione ultrasonica, microlipoaspirazione, powerlipoaspiration…….) è in sintesi il trattamento chirurgico che consente di asportare attraverso delle micro cannule e con diverse procedure,  le cellule adipose (adipociti) da determinati distretti corporei.

La sua importanza nasce dal fatto che non solo è utilizzata come metodica pura in quasi tutti i distretti corporei  (arti superiori, inferiori, tronco, regione mammaria, viso), e con risultati veramente eccellenti se l’indicazione all’intervento è corretta, ma può essere associata a molte altre procedure chirurgiche (mastoplastica riduttiva, lifting del volto, delle braccia, delle cosce, addominoplastica, mastectomia transareolare per ginecomastia) per migliorarne il risultato ed infine risulta essere propedeutica per altri tipi di procedure chirurgiche (lipofilling, trapianto di cellule staminali).

A dispetto di questa suo dilagante utilizzo, non è metodica semplice e richiede una grande esperienza ed una raffinata tecnica chirurgica.

Concettualmente nasce dalla considerazione che il tessuto adiposo è formato da cellule chiamate adipociti che rappresentano una riserva energetica per il nostro organismo. Queste cellule nell’adulto hanno perso la capacità di replicarsi, ma conservano quella di accumulare grassi, ed in caso di abusi alimentari possono aumentare enormemente di volume.

La lipoaspirazione rimuove l’adipocita, quindi riduce complessivamente il numero di cellule di un distretto corporeo, cellule che non si riformeranno mai più, ma non agisce in nessun modo sulla capacità degli adipociti residui di accumulare grassi.

Sperare pertanto che la lipoaspirazione ci possa consentire in futuro libertà alimentari senza controlli è assolutamente errato.

Viceversa tutti sappiamo che esistono in particolari distretti anatomici delle adiposità localizzate, che malgrado i nostri sforzi, le nostre diete, la nostra attività fisica, il nostro assiduo impegno al dispendio energetico, restano immodificate.

Questi accumuli adiposi rappresentano in alcuni casi degli evidenti dimorfismi  alterando il profilo corporeo.

Localizzati in distretti anatomici caratteristici (fianchi, regione trocanterica, regione sottoglutea, interno cosce, interno ginocchio  etc) variano tra i due sessi e variano anche da soggetto a soggetto, potendo essere localizzati praticamente ovunque. (addome, caviglie, arti superiori, regione sovra pubica submentoniera etc.)

In linee generali quindi il target della lipoaspirazione è proprio il trattamento di questi cuscinetti adiposi, rimodellandoli e rendendoli più omogenei al nostro profilo corporeo creando quindi un’armonia di forme.

Un’accurata visita ed una attenta anamnesi ci consentirà di stabilire se l’intervento è indicato, le zone da trattare, la tecnica più adeguata ed i risultati verosimilmente conseguibili.

L’intervento può essere eseguito in anestesia locale, peridurale, o generale a seconda della estensione delle zone da trattare.

Non necessita generalmente di ricovero, salvo nei casi di megalipoasirazioni (volumi di lipoaspirato superiore ai 3 litri).

Praticamente gli esiti cicatriziali sono minimi, in quanto le incisioni per inserire le micro cannule sono inferiori a ½ cm.

Al termine dell’intervento, che avrà una durata variabile a seconda della tecnica scelta e delle zone da trattare, sarà confezionata una medicazione compressiva ed indossata una guaina elastica specifica.

La terapia domiciliare prevede una copertura antibiotica, antidolorifica ed antinfiammatoria per circa 5 giorni.

Dopo 4 giorni verrà rimossa la medicazione compressiva ed i punti di sutura, consentita la doccia e la ripresa di una regolare vita sociale rispettando alcune precauzioni. La guaina andrà indossata ininterrottamente notte e giorno per 1 mese.